Peeling

La cute si esfolia in modo normale, fisiologico e i peeling chimici sono sempre stati utilizzati per stimolare la rigenerazione e il ringiovanimento cellulare cutaneo.

Il peeling (da non confondere con il gommage, lo scrub o con altri diversi esfolianti che si usano a domicilio) è un trattamento medico estetico indolore che consiste in un’applicazione locale cutanea di uno o un insieme di principi attivi, con il ruolo di accelerare in modo controllato l’esfoliazione degli strati superficiali danneggiati, ispessiti, macchiati ecc.

PRIMA E DOPO IL TRATTAMENTO

Il trattamento

La nanotecnologia, ha permesso di utilizzare un misto di acidi, a concentrazioni nanometriche molto basse rispetto alle formulazioni tradizionali. Il grosso vantaggio è la possibilità di usarlo tutto l’anno solare. Si deve fare 1 seduta ogni 20 giorni per 4 volte.

Ingredienti 

Acido glicolico 30-70%, secondo il tipi di cute, acido salicilico, acido ascorbico, acido tioglicolico, fenolo, soluzione di Jessner, acido mandelico, acido piruvico, acido lattico, tricloracetico, resorcina, acido retinoico, acido ferulico, ferulac peeling (acido ferulico + floretina +retinolo+ceramidi), peeling a base di nuove miscele caratterizzate da un effetto ”booster” ecc.

Le sostanze possono essere usate singole oppure in diverse associazioni.
Ci sono diversi tipi di peeling, si sceglie il tipo, il prodotto e le diverse combinazioni di sostanze, secondo il tipo di pelle, lo spessore, il fenotipo, la zona da trattare, la stagione, il problema cutaneo e il risultato che si desidera ottenere.

Meccanismo di azione

  • stimola il turnover e il rinnovamento cellulare epidermico,
  • la produzione dermica dei fibroblasti per la formazione endogena di un nuovo collagene, del acido ialuronico, elastina che diminuiscono col trascorrere degli anni e sono necessari per la ristrutturazione della matrice dermica.

INDICAZIONI

Il peeling si può utilizzare su tutti i tipi di pelle del viso, collo, décolleté, il dorso delle mani, le spalle, i gomiti, arti superiori e inferiori, le ginocchia, i piedi e il corpo in genere,

  • per cancellare le rughe fini superficiali, ispessimenti, per ridare luminosità e tono a una cute spenta e ipotonica;
  • per il ringiovanimento cutaneo;
  • per diverse forme di acne, discromie, ipersecrezione sebacea, cheratosi e diversi altri inestetismi causati dal tempo che passa e dal esposizione prolungata al sole.

Disagi post peeling

  • eritema;
  • cute più scura per qualche giorno;
  • esfoliazione per alcuni giorni.

CONTROINDICAZIONI

Si sconsiglia il peeling in caso di: processi infiammatori locali, herpes in fase attiva, grave malattie autoimmuni, psoriasi, vitiligine, eritema, cicatrici chirurgici recenti, fototipi a rischio, cute estremamente sottile o delicata, gravidanza, allattamento.